Le ricette delle pizze più buone fatte nel forno di casa

Le ricette delle pizze più buone fatte nel forno di casa

5 5361

Ognuno ha i suoi gusti. La verifica migliore si ha davanti al menù in pizzeria, dove ormai da anni si contano in molte decine i gusti di pizza disponibili per la propria gola.
A Napoli, almeno le ultime volte in cui ci sono passato a mangiare una pizza, c’è molta più ortodossia: talvolta la marinara (attenzione, di pesce non ce n’è nella marinara, solo pomodoro aglio e origano) e la margherita sono le uniche proposte in pizzerie di lunga tradizione.

Anche se, bisogna dirlo, spesso una buona metà dei clienti delle pizzerie sceglie sempre la sua bella, classica, buona e profumata pizza Margherita. Ma l’enorme varietà a disposizione, che talvolta è addirittura frastornante, provoca e suggerisce abbinamenti speciali o classici.

Io sono abbastanza conservatore nelle mie scelte quando vado in pizzeria, ma mi lascio andare molto di più con la pizza al taglio romana, da cui ho spesso preso spunto per preparare nuove pizze tonde a casa.

In queste pagine dedicate alle mie ricette di pizze di tanti gusti, vedremo insieme tutti i dettagli per la preparazione nel forno di casa, dagli ingredienti al forno. Nelle ricette che seguono, partirò dal presupposto che abbiamo già preparato il nostro impasto, secondo le varie modalità descritte nelle pagine sugli impasti per la pizza o come preferite voi.
E anche per la stesa dell’impasto, considererò che il disco di pasta sia già pronto, steso davanti a voi secondo le indicazioni di PizzaeImpasti.it o nel modo che preferite.

Altre indicazioni generali sono:

  • l’olio è sempre e solo extravergine d’oliva.
  • la mozzarella è tagliata a pezzetti, anche stracciandola con le mani. Come segnalato nell’approfondimento sugli ingredienti, si può usare con ottimi risultati un misto di scamorza e mozzarella. In alcune pizze dove il rischio “acqua” è maggiore (p. es. dove ci sono funghi o pomodori crudi) si potrebbe usare la sola scamorza.
  • quando si usano salumi crudi, di norma vanno aggiunti a pizza cotta, appena fuori dal forno.

Si parte: che gusto di pizza preferisci?

ARTICOLI CORRELATI

2 4802

0 1940

5 COMMENTI

  1. salve
    volevo chiedere se le dosi per l impasto della pizza base possono andare bene anche per la teglia da forno che generalmente abbiamo tutti nei forni casalinghi e come si fa a fare la fase dei panetti con la stesura totale dell impasto in un unica teglia ? Inoltre qual é la temperatura ideale per la pizza fatta in casa ? Il lievito di birra secco va utilizzato con le stesse dosi di quello fresco (bustina di secco 10 gr. panetto 25 gr.). Grazie per l aiuto. Roberta.

    • Ciao Roberta,
      una normale teglia grande come il forno (la leccarda, diciamo) necessita di circa 700-800 grammi di impasto per essere ben coperta (un po’ meno e verrà più fina, un po’ meno e verrà più spessa). QUindi con 500 g di farina ci viene una bella leccarda piena. Per le altre teglie non resta che provare, ci sono tante di quelle dimensioni che è difficile dire con precisione. Per una tonda di dimensione classica da pizzeria metterei circa 300 grammi di impasto (quindi con i 500g di farina ne verranno due più una piccola).

      Per il lievito: ne parlo in dettaglio nella pagina dedicata alla ricetta base della pizza fatta in casa. Usane poco e dai tempo all’impasto, verrà molto più buona.

      Per la temperatura: la più alta possibile! Vedi bene i dettagli nella pagina dedicata al forno elettrico o quella per il forno a gas

      Per i panetti, se farai una sola teglia, considerala l’interno impasto come un unico panetto grande.

      ciao

  2. mi sono fissata con l’impasto della pizza non mi viene mai soffice percheèèèèèèè…aiutatemiiiiiiii uffa sarà la millionesima volta che ci provo, o troppo dura e sottile o troppo alta e alla fine di sotto dura….dove sbaglio? ho usato farina 00 olio sale lievito a cubetti quello del supermercato e basta…lievitata e mai soffice

  3. Buonasera. . trovo il suo sito molto interessante .. è da poco che cucino e impasto ..e mi diverte molto ..da alcuni mesi causa allergie devo usare per le mie ricette farine alternative a quella di grano o la comune 00 .. e preferibilmente integrali ..quindi farro kamut avena e chi più ne ha ..piu ne metta .. l unico problema di questa varietà di farine è che non rendono come la 00 o la Manitoba ..e quindi mi ritrovo spesso ..specialmente con il pane ..con un impasto subito gonfio ma una volta impastato e datogli la forma..dopo poco sgonfio. . Buono per carità. .però esteticamente non il massimo ..lievito uso solitamente quello di birra sia secco che fresco .. saprebbe cosigliarmi? Grazie e complimenti :)

    • Ciao, prova a infornarle mentre ancora sono in crescita, anziché attendere che siano gonfie. Senza qualche dettagli in più su tempi, dosi e tipi esatti di farine è difficile dire di più, ma scrivici pure che proviamo a migliorare insieme

Lascia un Commento