Come stendere la pizza (con video)

     

Stendere le pizze - 2 minuti 

Eccoci a un punto cruciale: stendere la pizza.
Infarina bene il piano dove stenderai, è importante. Prendi una pallina e schiacciala al centro, poi puoi procedere a mano, ci vuole un po’ di pratica, o col mattarello, che è più facile ma causa una maggiore perdita dei preziosi gas di lievitazione, che sono responsabili delle crescita in forno della pizza.

Potresti provare l’uno e l’altro e poi vedere cosa succede. In fondo qui ci stiamo divertendo con la sperimentazione.

Guarda la sequenza fotografica per vedere come faccio io, così puoi cominciare a fare pratica.

Per fare a mano devi allargare la pallina, dopo averla schiacciata gentilmente, partendo dal centro e poi allargandola man mano prendendola da un bordo e tirando con delicatezza. L’obiettivo è avere spessore uniforme piuttosto sottile, tranne che sul cornicione, dove dobbiamo fare in modo di ottenere qualche millimetro in più.

Come stendere la pizza a mano (video)

Get the Flash Player to see this player.

 

Il diametro dovrà essere sui 20-25 cm, dipende dal peso della pallina. Attenzione a non superare il diametro della teglia che vuoi utilizzare per la cottura.

A questo punto hai davanti a te la tua teglia antiaderente spolverata di farina da una parte, e il disco di pasta bello steso dall’altra.

Attenzione, non ho nominato l’olio per ungere la teglia perché non è necessario.

Basta che l’impasto sia stato steso tenendolo sempre infarinato sotto e che la teglia, di buona qualità, abbia anch’essa una spolverata di farina e la pizza non avrà bisogno d’altro per non attaccarsi. In questo modo riuscirà più asciutta e più simile a quelle di pizzeria. Se a voi piace, però, non ci sono problemi a ungere la teglia, ma il risultato si allontanerà dalla pizza di un forno a legna, avvicinandosi piuttosto a quella delle pizzerie a taglio.

Allora, il disco di pasta steso dovrà andare nella teglia.

Non perderti d’animo, afferra il disco con le due mani e portalo velocemente nella teglia. Nel video mostro come faccio io. Può succedere che l’impasto si strappi in questa operazione, ma non importa. Se succede, recupereremo in questo modo:
cerca di tappare il buchino congiungendo i lembi, eventualmente inumidendoli leggermente in modo che si incollino bene.
Oppure prendi un pezzettino di pasta, inumidisci i lembi intorno al buco e posaci sopra il pezzettino, proprio come se ci mettessi una pezza, come se stessi riparando una camera d'aria. Non c'è da preoccuparsi dell'estetica, tanto poi ci mettiamo il pomodoro e non si vede. L’importante è che il buco non ci sia più quando condisci con il pomodoro, perché se il pomodoro passa sotto si bruciacchierà e farà attaccare la pizza alla teglia.

Ora che il disco è in teglia, dagli un’ultima sistemata con le mani per fargli ritrovare la forma giusta, poi spargi circa tre cucchiaiate di pomodoro, lasciando il bordo pulito per 1-2 cm. Metti il pizzico di sale se non l'hai già messo nel pomodoro in precedenza.
La mozzarella e basilico entreranno in campo nel secondo tempo.

Preparare gli ingredienti

Cottura della pizza

  • Ti è piaciuta questa pagina?

       

Iscriviti alla Newsletter di Pizza e Impasti

Altre pagine